Genova, i corsari e il Palazzo del Doge

Sposarsi nella più grande e sontuosa residenza della città

Un luogo raccolto e fastoso allo stesso tempo, degno dell’incoronazione di un re.

Varcando la soglia di Palazzo Ducale, nella piazza principale di Genova, si ha la sensazione di entrare nel passato, in un mondo nel quale l’opera lirica Simon Boccanegra di Giuseppe Verdi ci accompagna come se fosse la colonna sonora dei nostri movimenti.

Superando il grande colonnato, ci si lascia alle spalle il rumore del traffico, la frenesia della vita contemporanea, i tempi serrati ai quali oramai siamo abituati, per immergersi in un’atmosfera sospesa nel tempo: un clima sospeso che ci riporta ai fasti di una città giustamente detta La Superba.

Simon Boccanegra era un corsaro e forse proprio per questo riuscì a diventare il primo Doge di Genova, nel 1339. Da allora tutti gli ambienti, gli scaloni, le logge, le sale, i cortili e tutti i luoghi di Palazzo Ducale portano dentro di sé il ricordo di quell’evento e di quel corsaro, che farà sentire la propria presenza agli sposi e ai loro ospiti rendendo ancora più memorabile il loro giorno più bello.

Un’atmosfera sospesa nel tempo

Dipinti, lesene dorate, capitelli corinzi e una straordinaria volta affrescata saranno la scenografia della cerimonia nuziale che si svolgerà nella Sala del Minor Consiglio, un luogo raccolto e fastoso allo stesso tempo, degno dell’incoronazione di un re. Per raggiungerla, gli sposi ed i loro ospiti dovranno salire il grande Scalone Monumentale, muovendo i propri passi sugli stessi gradini calcati nei secoli dai Sovrani di tutto il mondo e dai Capi di Stato della contemporaneità.

Ma questo giorno straordinario continuerà a stupire gli ospiti. Il Doge infatti continuerà ad essere virtualmente con tutti loro anche durante il banchetto nuziale che si terrà nella grande Sala del Maggior Consiglio, circondarti da eleganti statue e colonne in marmi colorati, da decorazioni in oro zecchino e lampadari di cristallo, per condurli infine, nelle Cisterne Medioevali, dove potranno continuare fino a notte fonda i festeggiamenti per un matrimonio indimenticabile.

Locations

I luoghi di questa storia
duca-l1

La chiesa

Un luogo mistico, affacciato sulla via principale della città. La chiesa di Santo Stefano, nella sua inconsueta asimmetria, sembra creata con lo scopo di rendere il vostro matrimonio ancora più sontuoso. Una lunga scala conduce all’altare, creando una sorta di palcoscenico in pietra che tutti potranno ammirare durante la cerimonia nuziale.

duca-l2

Il rito civile

La sala del Minor Consiglio è il luogo ideale per un rito nuziale civile. Elegante, finemente decorata, ampia ma allo stesso tempo raccolta, permeata da un gusto estetico davvero straordinario in tutte le sue componenti.

duca-l3

Le fotografie

Il palazzo fu frequentato da ogni tipo di personaggio genovese: dai nobili fondatori, ai corsari, al popolo, agli stranieri invasori. Per questo motivo si è trasformato e modificato nel tempo creando un’incredibile sequenza di spazi e ambientazioni che costituiranno set ideali per fotografie tanto inconsuete quanto indimenticabili.

…circondati da eleganti statue e colonne in marmi colorati

Servizi

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità.